Locarno ancora posteggi in Centro?

di Bruno Storni, Presidente ATA-Sezione Svizzera italiana / Deputato PS al Gran Consiglio

La Città di Locarno ha in programma la realizzazione di tutta una serie di nuovi posteggi in centro che suscitano non poche perplessità, e sono chiaramente in contrasto con gli obiettivi e contenuti del recente Programma d’Agglomerato del Locarnese PALOC3 così come è stato inviato a Berna.

A parte l’anacronistico procedere della Città nel voler attirare nuovo traffico motorizzato in centro, dopo aver beneficiato della circonvallazione in galleria e potuto recuperare vivibilità e spazi per il trasporto pubblico che a breve approfitterà notevolmente della Galleria di base del Ceneri (se sfruttata adeguatamente), quello che preoccupa è l’incompleta informazione fatta alla Confederazione nella presentazione del PALOC3.

Parco nazionale: un’opportunità da cogliere

di Manuele Bertoli, Consigliere di Stato PS

Nel Locarnese, dove vivo, la campagna di votazione negli otto Comuni toccati dal progetto di parco nazionale si sta infiammando. Le ragioni a favore del sì sono chiare: anche senza tener conto degli aspetti naturalistici, si tratta di un’opportunità che sarebbe peccato lasciarci scappare, sia dal profilo della promozione del territorio, sia dal profilo delle opportunità economiche che il parco potrebbe generare, sia dal profilo dei contributi di oltre 50 milioni in 10 anni.

Turismo: nuovi alberghi per 10 giorni all’anno?

di Bruno Storni
Deputato PS al Gran Consiglio

Terminato con successo il Locarno Festival 2017 che ha registrato una crescita record dell’8% di entrate arriva la sollecitazione del Presidente Marco Solari di aumentare l’offerta di camere d’albergo che in questi giorni di piena turistica scarseggiavano.

Vero è che quest’anno registriamo una crescita dell’8% dei pernottamenti in Ticino, crescita che è in linea con quanto avviene in Svizzera ritenuta più sicura che altre mete turistiche più lontane.