Quel sistema di tasse ingiusto e in parte illegale

di Bruno Storni, Deputato PS al Gran Consiglio

Il Gran Consiglio si è recentemente opposto alla mozione che chiedeva di creare le basi legali per estendere la tassa di concessione per l’uso del suolo pubblico a tutte le reti di distribuzione di energia e telecomunicazioni.

Chiariamo subito che la mozione non chiede più tasse, ma una correzione del quadro giuridico sull’uso del suolo pubblico (strade cantonali e comunali) che di fatto colpisce solo la distribuzione di energia elettrica e di conseguenza i suoi consumatori. Chi scrive ha sostenuto il ricorso di Pier Mellini contro la tassa sull’illuminazione pubblica della Città di Locarno che sempre più Comuni stavano adottando impropriamente come ha poi sentenziato il Consiglio di Stato.

Parità uomo-donna: la strada è lunga

di Laura Riget, Copresidente del Comitato cantonale del PS

Negli ultimi mesi è tornato d’attualità il tema della (mancata) parità salariale: in marzo la maggioranza borghese e maschile del Consiglio degli Stati ha rimandato in commissione una proposta di revisione della legge sulla parità che voleva introdurre controlli dei salari nelle grandi aziende – scatenando rabbia e critiche da molte cittadine e cittadini.

Dovremmo essere tutti femministi

di Marina Carobbio, Consigliera nazionale PS

Il 14 giugno 1991 partecipai anche io da studentessa a Basilea allo sciopero delle donne, manifestando assieme a quasi mezzo milione di scioperanti per i nostri diritti e contro le discriminazioni legate al sesso. Se allora qualcuno mi avesse detto che ventisette anni dopo la parità salariale non sarebbe ancora stata realtà, non ci avrei creduto. Purtroppo avrebbe avuto ragione.

Parco nazionale: un’opportunità da cogliere

di Manuele Bertoli, Consigliere di Stato PS

Nel Locarnese, dove vivo, la campagna di votazione negli otto Comuni toccati dal progetto di parco nazionale si sta infiammando. Le ragioni a favore del sì sono chiare: anche senza tener conto degli aspetti naturalistici, si tratta di un’opportunità che sarebbe peccato lasciarci scappare, sia dal profilo della promozione del territorio, sia dal profilo delle opportunità economiche che il parco potrebbe generare, sia dal profilo dei contributi di oltre 50 milioni in 10 anni.

Fibra ottica, marketing politico e denaro nella pattumiera

di Bruno Storni, Deputato PS al Gran Consiglio

Recentemente “Falò” ha dedicato una puntata alle regioni periferiche in difficoltà, mostrando alcuni casi di attività economiche e di lavoro insediate in comuni discosti malgrado le note problematiche di spopolamento. Interessante il caso di uno scienziato ricercatore di pozzi petroliferi, abita e lavora a Loco, o meglio a 10 minuti a piedi dalla strada giù nella valle dove la sua casa è collegata con il vecchio buon filo telefonico in rame e un armadietto anni 50 in ghisa, gli permette un accesso a internet sufficientemente veloce per trasferire “grandi pacchi di dati” e partecipare a videoconferenze con altri partner del mondo, e quindi lavorare online a Loco come in qualsiasi iperconnessa metropoli.

Nuove Officine FFS: accordo perdente

di Bruno Storni, Deputato PS al Gran Consiglio

Dopo l’intenzione nel 2008 delle FFS, sventato grazie allo sciopero delle maestranze, di chiudere la sede di Bellinzona, sembra si stia arrivando alla soluzione con la sottoscrizione di una Dichiarazione d’intenti da parte di FFS, Cantone e Comune di Bellinzona presentata a fine 2017.
FFS prevedono la costruzione di un nuovo Impianto Industriale dedicato alla manutenzione dei moderni elettrotreni, infrastruttura necessaria all’esercizio di gran parte dell’odierna flotta di treni passeggeri (Flirt, ETR 610) e del futuro (Giruno), treni non più composti da locomotive e vagoni ma composizioni uniche lunghe fino a 200 metri.