Il falso «piano Kalergi» contro i popoli europei

di Martino Rossi, economista

Tre anni fa, Matteo Salvini diceva ai microfoni di Rai News 24: «È in corso un tentativo di genocidio delle popolazioni che abitano l’Italia da qualche secolo e che qualcuno vorrebbe soppiantare con decine di migliaia di persone che arrivano da altre parti del mondo». Ora è il turno di Lorenzo Quadri, consigliere nazionale e municipale di Lugano. Scrive sul Mattino della domenica (15.07.18): «Negli anni trenta del secolo scorso il piano Kalergi teorizzava l’immigrazione incontrollata dall’Africa e dall’Asia verso l’Europa per sostituirne la popolazione».

I veri interessi delle casse malati

di Fabrizio Sirica, Vicepresidente PS 72 organizzazioni, con al soldo 17 parlamentari, un totale di 33 deputati controllati se calcoliamo pure i collegamenti indiretti. 14 UDC, 9 PDC, 6 PLR, 3 PBD (fonte lobbywatch). Aggiungiamoci che Ignazio Cassis, l’ex presidente dell’organizzazione mantello più potente, Curafutura, oggi è Consigliere Federale. È questo lo strapotere lobbistico che le…

Fibra ottica, marketing politico e denaro nella pattumiera

di Bruno Storni, Deputato PS al Gran Consiglio

Recentemente “Falò” ha dedicato una puntata alle regioni periferiche in difficoltà, mostrando alcuni casi di attività economiche e di lavoro insediate in comuni discosti malgrado le note problematiche di spopolamento. Interessante il caso di uno scienziato ricercatore di pozzi petroliferi, abita e lavora a Loco, o meglio a 10 minuti a piedi dalla strada giù nella valle dove la sua casa è collegata con il vecchio buon filo telefonico in rame e un armadietto anni 50 in ghisa, gli permette un accesso a internet sufficientemente veloce per trasferire “grandi pacchi di dati” e partecipare a videoconferenze con altri partner del mondo, e quindi lavorare online a Loco come in qualsiasi iperconnessa metropoli.

Digitalizzazione, lavoro e formazione

di Bruno Storni, Deputato PS al Gran Consiglio

Il 2017 ha visto al centro dell’attenzione il dibattito sulla digitalizzazione su industria 4.0 e il futuro del lavoro, nuovi studi e ipotesi teoriche sull’occupazione, Nazioni che si danno un’agenda digitale ma anche fatti concreti come la recentissima notizia che anche le nostre FFS stanno già sperimentando treni a guida automatica: il macchinista rimane ma si aumenta del 30% la capacità della rete ferroviaria. Si cita sovente lo studio Frey Osborne Uni Oxford del 2013 che ha analizzato 700 professioni negli USA giungendo alla conclusione che il 47% è a rischio computerizzazione. Lo studio da più parti criticato come pessimistico e rivisto al ribasso (solo 12% in Germania) dimostra quanto difficile sia far previsioni sull’occupazione fra 10 o 20 anni.

‘Conti, stop al rigore a senso unico’

intervista a Pelin Kandemir Bordoli,
deputata PS al Gran Consiglio e Presidente della Commissione della gestione

“Concordo sul fatto che l’equilibrio finanziario sia ancora fragile. Non concordo invece sul modo in cui si intende procedere verso il pareggio strutturale. Il rigore, al quale ha accennato Vitta in alcune interviste, non deve continuare a colpire cittadini che si trovano già in condizioni economicamente precarie, co- me è avvenuto in parte con la manovra di rientro per duecento milioni e rotti varata lo scorso settembre. Considerando anche la tendenza delineatasi col preconsuntivo di giugno, ritengo che Consiglio di Stato e parlamento debbano ora avere un occhio di riguardo per quelle persone, e non sono poche, che più di altre hanno subìto gli effetti dei tagli e quindi del ridimensionamento di prestazioni statali.”