L’OBV resti punto di riferimento

di Matteo Muschietti, municipale a Coldrerio Il popolo ticinese, a grande maggioranza, ha detto no alla proposta dell’Ente ospedaliero cantonale per una pianificazione diversa da quella attuale. Il Mendrisiotto, che conta 42.000 abitanti, vuole un ospedale all’avanguardia dove ci si possa curare attraverso l’impiego di cure moderne. La medicina pubblica deve essere mantenuta con tutti…

Troppe lacune in Ticino tra sanità e socialità

di Raoul Ghisletta, membro del Gran Consiglio Il Dipartimento della sanità e della socialità (DSS) gestisce importanti politiche pubbliche che vanno esaminate. Sono innanzitutto preoccupato dalla continua riduzione dei sussidi per il pagamento dei premi di cassa malati, che ha colpito il ceto medio ticinese: i sussidi erogati sono diminuiti di 20 milioni di franchi…

«In questa battaglia eravamo soli»

Intervista pubblicata il 6 giugno 2016 sul “Corriere del Ticino” a Igor Righini, presidente del PS Ticino L’esito emerso dalle urne è chiaro: la Legge sull’Ente ospedaliero cantonale non si cambia. Come ha vissuto la votazione? «Direi che è stata una battaglia a dir poco difficile e intensa perché il fronte progressista si è ritrovato…

La sanità è un bene comune e non una merce!

di Marina Carobbio Guscetti, consigliera nazionale Chi ha bisogno di cure sanitarie necessita, anzitutto, di essere trattato in maniera adeguata e non deve essere sottoposto ad accertamenti e interventi inutili. Deve poter accedere alle cure senza essere penalizzato da costi eccessivi – l’ente pubblico ha il dovere di rispondere a queste esigenze.

No alla privatizzazione dell’Ente ospedaliero

Giorgio Noseda, ex primario all’OBV di Mendrisio I medici e il personale infermieristico attivi nei nostri ospedali pubblici hanno ricevuto dai vertici dell’EOC il divieto di esprimersi, nel caso di una loro opposizione alla modifica della Legge sull’Ente ospedaliero cantonale (LEOC). Si tratta di una limitazione della libertà di espressione che va denunciata pubblicamente. Chi…