Per me è meglio Plus

di Ornella Buletti

Sono ormai sempre più vicina ai 60 anni e comincio a pensare che dovrò fare i calcoli per capire su quanto potrò contare quando sarò in pensione.

Ho lavorato per tutta la vita, anche se per un lungo periodo senza guadagnare nulla perché il lavoro erano tre figli da crescere. Poi i figli sono diventati più grandi e autonomi e le vicende famigliari mi hanno riportato nel mondo del lavoro, non senza qualche difficoltà, e a riprendere la professione appresa da giovane. Inizialmente ho lavorato per un tempo ridotto perché anche se grandi, i figli non danno meno da fare, poi oggi all’80 per cento.

Se faccio un calcolo, mi rendo conto che potrò contare principalmente sull’Avs e spero di non dover chiedere aiuti allo Stato, ma neppure ai miei figli che stanno crescendo le loro famiglie e avranno già le loro difficoltà da affrontare.

L’Avs plus è una bella occasione per vivere con dignità la vecchiaia, e voglio coglierla votando sì il prossimo 25 settembre.