Per l’asilo una legge efficace

di Marco Mona

Lo scorso anno, con altri avvocati zurighesi, sono stato invitato a verificare il funzionamento del centro federale di accoglienza rifugiati di Zurigo, dove si stava sperimentando il nuovo sistema di valutazione delle richieste di asilo. Un centro creato per provare nuove modalità destinate ad accelerare le procedure di esame e poter evitare le lungaggini degli scorsi anni, fonte di penose incertezze per i richiedenti, enormi costi per l’ente pubblico e tanti dubbi sulle misure di integrazione ipotizzabili. Queste procedure sperimentate a Zurigo sono parte integrante della proposta di legge sull’asilo (LAsi) sulla quale voteremo il prossimo 5 giugno.

Confermo che la legge modificata non porta nessun cambiamento di fondo nella politica di accoglienza del nostro Paese, nonostante la destra xenofoba voglia far credere il contrario. Non ci sarà né un richiedente di asilo di più né uno di meno dovuto alla nuova legge; saranno per contro notevolmente raccorciate le procedure di esame di ogni richiesta. Nel nuovo sistema più della metà dei richiedenti riceverà una decisione al più tardi entro sei mesi. Per permettere procedure più snelle con la garanzia di uno svolgimento rispettoso dei principi dello stato di diritto, la legge prevede una migliore tutela giuridica: ogni richiedente avrà dritto all’assistenza legale, messa a disposizione nei nuovi centri d’asilo federale. Ricordo che il diritto all’assistenza legale gratuita per coloro che non possono permettersi un avvocato è un cardine del nostro sistema giuridico e ne beneficiano già tutti gli abitanti della Svizzera.

Ho avuto la fortuna di constatare personalmente come questo genere di procedure aiuti considerevolmente a raggiungere gli obiettivi della revisione della legge: costi ridotti, procedure giuste ed imparziali, decisioni accelerate, attese minori.

UDC e Lega ancora una volta dimostrano la loro incoerenza nel voler affossare una riforma che porta a procedure più rapide e riduce i costi pubblici a carico dei cittadini. Io voto sì alla modifica della legge sull’asilo.