Non solo Rocco sa pedalare

di Annamaria Mordasini, candidata al Municipio di Cadenazzo

Virginia Raggi mi piace. È una donna, milita in un movimento di rompiscatole e parla chiaro. È candidata per il movimento 5 stelle a sindaco di Roma. Lei ha detto una frase che mi è piaciuta e mi è rimasta impressa. “A Roma si pedala, alla poltrona preferiamo il sellino”.

Io non vado a Roma, anche se ci sono stata recentemente con mia figlia: meravigliosa città, viva e palpitante.

Bella la frase della Raggi: pulita, precisa e chiara. Mi piace perché in fondo è quello che ho sempre fatto, ed è quello che fanno tutti i giorni tante persone che conosco. Pedalare senza mai appoggiare il sedere su una poltrona. Perché mica sempre puoi scegliere. Se in famiglia bisogna lavorare in due pedali e basta, e si allevano anche i figli e se si riesce, ci si impegna per la propria collettività. Perché in paesi piccoli come il nostro, ignorare quello che succede è difficile e se ci tieni non puoi restare fuori da quelli che sono in fin dei conti il suo cuore e il suo cervello. Municipio e Consiglio Comunale sono cervello e cuore di un comune. Non sempre funzionano come vorremmo, ma non possiamo farne a meno. Possiamo però cercare di farli funzionare al meglio, lo sappiamo: sport, alimentazione sana, il giusto sonno e il corpo prima o poi ricambierà grato.

Non propongo al mio comune una dieta, ci mancherebbe, già ne faccio continuamente io, e poi le diete non servono, bisogna piacersi come si è. Il nostro non è il comune più bello del mondo, ma ha delle opportunità, che bisogna saper cogliere.

Nessuna dieta, perciò. Chiedo invece al mio comune di pedalare insieme, con forza, perseguendo gli stessi obiettivi. Dovremo affrontare molte salite, percorsi difficili, ma il nostro gruppo è forte, deciso e galvanizzato al punto giusto. Ed insieme a voi che potremo arrivare fino alla meta.