A Carona è cominciata una nuova politica

di Roberto Martinotti, candidato al Consiglio comunale di Carona

Iniziativa degna di nota quella proposta da nove candidati caronesi al Consiglio comunale di Lugano, venerdì 18 marzo presso il Pavillon della Piscina di Carona. Se negli anni scorsi a Carona si sono avute diatribe politiche (a volte colorite nei toni e denigratorie a livello personale), oggi, forse anche grazie all’aggregazione con la Grande Lugano, i toni sono diventati più democratici e civili.
In effetti oggi ci accumuna la necessità di salvaguardare gli interessi del quartiere e di difendere il nostro territorio. Dobbiamo di trovare strategie comuni per dare indicazioni chiare al Municipio di Lugano al fine di preservare il territorio, l’identità del quartiere e il bene del cittadino dell’Arbostora.

Fernanda Caldelari per l’UDC, Lukas Bernasconi, Enea Petrini e Lucia Minotti per la Lega dei Ticinesi, Luca Cattaneo, Luca Pellegrini per il PlR, Gianluigi Regazzoni per i Verdi, Mario Balmelli per il PPD e Roberto Martinotti per il PS hanno voluto incontrare la popolazione di Carona per un momento conviviale da un lato e per un momento di riflessione politica in vista delle prossime elezioni del 10 di aprile.

L’invito è stato raccolto anche da candidati di altri quartieri, che hanno voluto partecipare e portare il loro appoggio all’iniziativa. Ci hanno raggiunto sull’Arbostora il Consigliere di Stato Paolo Beltraminelli, che ha ricordato in un breve saluto la vicinanza del suo quartiere di Pregassona con il quartiere di Carona, uniti per la salvaguardia della propria identità e del proprio territorio. La Municipale del Partito socialista Cristina Zanini Barzaghi, nostra vicina di Carabbia, ha portato il saluto del Municipio di Lugano, ricordando gli interventi di miglioria eseguiti dall’esecutivo nel quartiere e quanto ancora da realizzare sul territorio: in fase di inizio lavori è ora la centrale per il teleriscaldamento, infrastruttura importante per il nucleo di Carona e per i suoi abitanti. L’Onorevole Jelmini e l’Onorevole Bertini hanno pure portato il loro saluto ai presenti alla serata, intrattenendosi lungamente con gli abitanti del quartiere e coronando una serata pienamente riuscita.