Riqualifica del centro: sarebbe ora!

di Aldo Daniele Zwikirsch, candidato a Minusio

Ho letto con interesse l’articolo dello scorso 9 marzo “Un’agorà per Minusio” che presenta una interpellanza di Alessandro Speziali nella quale chiede al Municipio se condivide l’idea di creare una piazza idealmente situata a fianco della Casa comunale.

In realtà l’idea non è nuova, tant’è che parecchi anni fa il Consiglio comunale approvò a fortissima maggioranza una mozione in tal senso; purtroppo nel corso degli anni i vari Municipi non hanno mai ritenuto di dover concretizzare la proposta scaturita a suo tempo dal voto del legislativo.

Nel frattempo, il nostro comune ha continuato a crescere in modo disomogeneo. A tutt’oggi dispone di tante piccole piazze disseminate nei vari quartieri, ma manca di un vero centro che possa fungere da polo aggregativo.

Per avere successo, un progetto urbanistico non dovrebbe limitarsi alla creazione di una piazza situata a fianco della Casa comunale col rischio che diventi un’opera monca, ma dovrebbe essere di ampio respiro e coinvolgere tutto il comparto, tra la chiesa di San Rocco e il centro commerciale Borenco. Bisognerebbe integrare in modo armonioso la vecchia piazza San Rocco, la piazzetta situata di fronte al palazzo comunale, il parcheggio del municipio con relativo parco sottostante, il terreno Dazio, il parcheggio situato a fianco del centro commerciale Borenco e la relativa tratta di via San Gottardo.
Solo così si riuscirà a creare uno spazio pubblico che possa fungere da vero centro di Minusio, che possa ospitare il palazzo comunale, la chiesa, i commerci, gli esercizi pubblici e un piccolo parco, integrando degli spazi ad uso esclusivamente pedonale ad altri spazi misti.

In tal modo, oltre a valorizzare il nostro comune, si potrebbero finalmente ottenere alcune misure urgenti di moderazione del traffico atte a ridurre il transito d’attraversamento nel centro abitato.