Più sicurezza? Sì, certo!

di Giancarlo Gerosa, candidato al Municipio di Balerna

Alla politica, che non riesce più ad abbracciare la complessità sociale, rimane il compito di ridurre la paura, attraverso procedure che regolano i rischi sociali. Così limitato, descrive il compito della politica Danilo Zolo, giurista e filosofo, nel suo ‘Il principato democratico. Per una teoria realistica della democrazia’. Sono convinto che la politica deve andare oltre questo compito, che è indubbiamente oggi imprescindibile, per proporre una visione di società futura. Perché l’assenza di ideali fa dell’Uomo un essere che agisce per impulsi, che si alimentano di emozioni e paure.

Ecco allora che diventa ancora più urgente dare risposta alle insicurezze di tutti noi, che siamo nel mezzo di cambiamenti epocali quali sono la digitalizzazione della quotidianità e del mondo del lavoro e le migrazioni di massa che porteranno il Sud del mondo nel cuore dell’Europa.

I cittadini e le cittadine di ogni Paese chiedono più sicurezza, declinata in diversi ambiti, ed è compito della politica dare risposte serie. La sicurezza personale percepita, da garantire per esempio attraverso la presenza e visibilità delle forze dell’ordine anche con agenti di prossimità o di quartiere. La sicurezza economica, orientando gli insediamenti sul nostro territorio verso aziende che offrano salari dignitosi per i residenti. Le garanzie sociali devono rispondere ai momenti di fragilità economica e sociale che possono colpire singoli e famiglie in momenti sempre diversi della vita. La politica sociale comunale deve, in questi periodi di precarietà, abbandonare il principio di sussidiarietà e intervenire ancora maggiormente. La sicurezza di un territorio e un ambiente vivibile, attraverso una revisione del Piano regolatore orientata al miglioramento degli spazi pubblici e alla salvaguardia del verde, con percorsi sicuri per gli utenti più deboli della strada.

Questi sono alcuni esempi di come il concetto di sicurezza sia ben più ampio di quanto solitamente espresso dalla destra che, strumentalizzando le paure della popolazione, non aiuta in realtà il singolo cittadino e tanto meno fa l’interesse della collettività. Fondamentale è che, alla giusta richiesta di sicurezza della popolazione, si risponda con misure efficaci, ragionevoli e commisurate all’oggettivo bisogno, che non perdano di vista la dignità dell’Uomo.