Robasacco, bel biglietto da visita!

di Tiziana Jonas, candidata nella lista civica Altra Cadenazzo

La piazza è per antonomasia il fulcro di un paese, corrisponde ad un luogo in cui ci si può trovare a fare quattro chiacchiere aspettando il bus, il luogo in cui tenere le feste di paese od intrattenersi passeggiando. La piazza di un paese è il suo biglietto da visita, la sua presentazione, specialmente se come succede a Robasacco, si trova proprio all’entrata del paese stesso, un passaggio obbligato per chiunque desideri inoltrarsi nel tranquillo borgo situato a metà del Monte Ceneri.

Nel nostro caso però questo biglietto da visita è alquanto stropicciato e logoro: la piazza, costruita alcuni anni fa in modo poco oculato, sta lentamente ma inesorabilmente slittando verso valle. Sono necessarie delle transenne per evitare che i bambini giocando a rincorrersi mentre aspettano il bus scolastico, non cadano per sbaglio nei buchi dell’asfalto che sta rovinando a valle. E non ci si può nemmeno girare e far finta di guardare dall’altra parte, perché proprio a dirimpetto della piazza è situata l’ex-casa comunale, un edificio praticamente abbandonato e dichiarato ufficialmente pericolante. Tra le due meraviglie, la baracca comunale in mattoni di cemento e l’isola ecologica coi conteiner per i rifiuti. Che tristezza! Oltre chiaramente al problema primario della sicurezza. Ogni mattina si ritrovano sulla piazza tutti i bambini di Robasacco per prendere il bus, e non sono pochi visto che negli ultimi anni diverse famiglie si sono trasferite qui. Ed ogni mattina dobbiamo vedere come la piazza ci crolla lentamente sotto i piedi. Se sarò rieletta in Consiglio Comunale prenderò sul serio questo problema per far si che la piazza di Robasacco possa essere messa in sicurezza al più presto. Non pretendiamo affatto grandi opere architettoniche, ma che si ricostruisca una piazza degna di questo nome, ridiamo a Robasacco un biglietto da visita di cui si possa andare orgogliosi!