Inquinamento, servono soluzioni

di Matteo Muschietti, presidente del PS del Mendrisiotto

Ènotizia di questi giorni: le famigerate polveri fini colpiscono in modo pesante il nostro distretto. Negli scorsi giorni i livelli di inquinamento hanno superato durante la giornata i 100 microgrammi al metro cubo. Il livello inquinante è causato dal tempo soleggiato e relativamente mite che continuerà fino alla fine della settimana.

La gente si interroga ed è preoccupata per la propria salute. È consapevole che le polveri fini recano danno alla salute poiché si fermano nella trachea, nei bronchi e nei polmoni. Negli ultimi giorni diversi infanti sono stati ospedalizzati con febbre e forti tossi a causa dell’inquinamento. Anche gli anziani sono sul chi vive ed hanno paura a respirare quest’aria malsana che causa irritazioni e tossi. Cosa possiamo fare per migliorare lo stato della nostra aria? A parte non adoperare le autovetture, abbassare i riscaldamenti a gasolio, usufruire dei mezzi pubblici, siamo veramente impotenti davanti a questi fenomeni che toccano da vicino la nostra popolazione. In estate l’ozono, in inverno le polveri fini: siamo sempre sotto ad un grande stress. Le autorità cantonali devono porre rimedio a questa annosa situazione mai risolta. Il Mendrisiotto non è terra di nessuno ma è parte del cantone e della confederazione, e la sua popolazione deve essere protetta e ascoltata. Viviamo in un periodo molto difficile qui nel Mendrisiotto. Il tasso più alto di disoccupazione, un sistema viario veramente caotico, un inquinamento costante della nostra aria. La popolazione è stufa di sopportare passivamente questo stato di cose. Dobbiamo unirci per dire basta e trovare delle soluzioni subito, coinvolgendo anche le autorità d’oltre frontiera per diminuire il traffico frontaliero. I sindaci dell’Olgiatese hanno allestito i posteggi per i frontalieri a Bizzarone, ma questi sono sempre vuoti. Faccio appello alle autorità al di là della ramina per informare i propri cittadini di questa possibilità. La nostra popolazione ha diritto di respirare un’aria sana priva di veleni. La salute non ha prezzo soprattutto per i nostri figli che devono poter contare su una vita scevra di pericoli per la loro salute e non avere tutti i giorni la spada di Damocle sopra la testa.