«Continuerò a difendere i nostri valori»

Intervista pubblicata il 18 ottobre 2015 sul “Corriere del Ticino”
a Roberto Malacrida, candidato al Consiglio degli Stati

La mancata congiunzione tra PS e i Verdi, e quindi la decisione di non sostenere il candidato agli Stati verde Sergio Savoia, è stato uno dei momenti che hanno segnato la campagna per le elezioni federali. La candidatura di Roberto Malacrida è stata la risposta socialista: il medico si è posizionato in quarta posizione, dietro Battista Ghiggia, e ha preceduto di circa 8.600 voti Savoia.

Il risultato la soddisfa?

«Ho ottenuto 23.030 voti, il 20%, e per uno che non si considera un professionista della politica fa davvero molto piacere. I 23.000 cittadini hanno votato per i valori e le idee che porto avanti, e in un periodo come questo non è così facile trasformarli in voti. Sono convinto che a volte ci si lascia dominare troppo dalla paura e che si prendano delle posizioni che magari non sono poi nemmeno insite in noi stessi ma che sono la conseguenza di un sentimento di paura».

Lei continuerà quindi a difendere questi valori e si presenterà il 15 novembre al ballottaggio?

«Sì, in ogni caso. Avevo accettato la proposta del partito per mettermi a disposizione per questa votazione a condizione che se le cose fossero andate normalmente, ossia raggiungere il 20%, si sarebbe portato il discorso fino al 15 di novembre. I valori che andrò a difendere rimarranno gli stessi e il fatto di avere un mese in più per poterli confrontare con gli altri candidati mi sembra persino un privilegio. Anche perché su certi argomenti da Lombardi ad Abate fino, soprattutto, a Ghiggia c’è un fronte che si differenzia poco e trovo sia giusto che i nostri cittadini abbiano anche la possibilità, seppur in minoranza, di votare chi difende valori diversi».

E riguardo ai risultati del suo partito? Sperava in qualcosa di più?

«Ci abbiamo creduto e ci siamo anche un po’ illusi. La speranza in fondo è una bella cosa, ma alla fine per il Nazionale siamo intorno al 15% e questo non ci ha permesso di ottenere i due seggi».