Dentium sani in corpore sano

di Gian Piero Bianchi, candidato al Gran Consiglio

– Buongiorno! –

So chi ho davanti, non è sprovveduto in economia, anzi!

– Le interesserebbe l’iniziativa per l’istituzione di un’assicurazione per le cure dentali ? –

– Buongiorno, MENO STATO E PIÙ DENTISTI, ECCO LA RICETTA, E I PREZZI SCENDONO! –

Così, spesso, si risponde oggi. Per slogan! Ricette per tutti i mali della società, frasi brevi che non hanno niente a che vedere con il parlar franco ma che invitano a non ragionare e che uccidono ogni forma di pensiero facendo apparire come verità assoluta opinioni molto discutibili.

“Meno stato! Il privato funziona, il pubblico no! Bisogna razionalizzare ! Lo stato non deve mettere le mani nelle tasche dei cittadini, bisogna favorire la crescita, il primato va dato all’economia, …”.

Non cado nel tranello.

– Ma è così sicuro che se aumentano gli studi dentistici i costi delle cure scendono? Pensa che una clinica privata, se è un doppione dell’ospedale pubblico, riduca i costi della salute? Per me li fa lievitare. Così sarà se moltiplicherò gli studi dentistici, ci saranno più macchine costose i cui costi saranno pagati dal paziente … La cosa non è così semplice! Per me nel settore sanitario la libera concorrenza non riduce i costi, anzi… e poi, la paradontosi, ad esempio… –

– Cos’è ? –

– Una malattia delle gengive che porta alla caduta dei denti… –

– In questi casi pagano le casse malati. –

– No, non pagano perché è curata dai dentisti, eccetto che si stipuli un’assicurazione a parte molto costosa e, poiché molti non riescono neppure a pagare il minimo assicurativo previsto dalla Lamal, questa scelta per la maggioranza della popolazione che ha redditi bassi è insopportabile. Le cure dentarie costano! –

– Mia mamma ha la paradontosi. È vero, deve pagare migliaia di franchi e con una pensione di 3500.- franchi, è dura. Ha dovuto far capo ai suoi risparmi! Forse se l’avesse curata prima, se fosse andata più spesso dal dentista senza aspettare che la situazione degenerasse… –

Un giovane che è stato zitto fino a quel momento interviene.

– È vero, buona igiene e una buona terapia preventiva su denti e gengive possono aiutare a risolvere per tempo e con pochi costi problemi che si possono presentare e può addirittura fare in modo che molte malattie siano evitate prima che possano produrre anche conseguenze in altre parti del corpo. E questo non è poco se pensiamo ai costi della salute. –

– Quindi le visite di controllo negli studi dentistici aumenteranno… –

– Le visite sì, però l’iniziativa prevede pure l’istituzione di cliniche dentarie come ci sono già a Bellinzona, a Mendrisio, … Queste sì che riducono i costi! –

– Per ora non firmo, però voglio approfondire tutta la problematica. Intanto mi dia il formulario, ci voglio pensare! –

– Grazie, fossero tutti come lei. A proposito, lei sicuramente conoscerà la situazione salariale nel nostro cantone: 15% in meno in generale per i salari dei lavoratori rispetto ai loro compagni della Svizzera, dai quali deve dedurre il 19% per le lavoratrici. Anche questo depone a favore… –

Il giovane che si era avvicinato si allontana e borbotta tra sé e sé:

– E poi nelle nostre scuole il servizio dentario scolastico esiste da decenni, insomma, si potrebbe immaginare qualcosa del genere anche per gli adulti, perché no! Ma guarda un po’ questa gente come resiste al cambiamento. Non lo fa però quando c’è da chiudere uffici, licenziare, privatizzare le aziende pubbliche che rendono… Valli a capire certi cervelloni… –