fukushima

Le controindicazioni dell’energia nucleare

di Marina Carobbio, Consigliera nazionale PS

Nei giorni scorsi i mass media hanno ricordato l’incidente chimico di trent’anni fa, accaduto nello stabile Sandoz di Schweizerhalle a Basilea. Studiavo a Basilea e quella notte fui svegliata dalle sirene e dall’informazione fornita dalla polizia con gli altoparlanti di rimanere chiusi in casa. Mi impressionarono le immagini dei giorni seguenti quella notte, il fiume Reno divenuto rosso, i pesci morti. I danni ambientali furono importanti, alcune persone subirono irritazioni alle vie respiratorie. Pochi mesi prima, a Cernobyl, era scoppiato un reattore nucleare.

x97179-bb-jpg-pagespeed-ic-wuxa4mabp1

Ridiamo dignità all’idroelettrico ticinese

di Bruno Storni, deputato PS in Gran Consiglio

Sono molti gli argomenti a favore dell’uscita pianificata dal nucleare, a partire dai rischi che i reattori concepiti 50 anni fa comportano e dall’eredità che lasciamo ai nostri figli e alle prossime generazioni sotto forma di scorie nucleari per centinaia di migliaia di anni. Argomenti che purtroppo a Fukushima o Tchernobyl hanno prove catastrofiche e inconfutabili.

m_bad4

Una lezione per voltare pagina

di Anna Biscossa, ex Presidente del PS

pubblicato da “La Regione”

È stata una notte travagliata e un risveglio complesso, di fronte ai risultati elettorali degli Usa.

Senza la pretesa di voler essere originale, credo proprio che abbiamo infatti assistito al cedimento di una diga, la cui rottura è molto probabile possa cambiare il paesaggio politico globale nel mondo.

photoorizaless

Non vanifichiamo gli sforzi delle Amb

di Alessandro Robertini, Presidente regionale PS del Bellinzonese

Da diversi anni le Aziende municipalizzate di Bellinzona (Amb), futuro fiore all’occhiello anche della nuova Città aggregata, si sono impegnate a fornire alla clientela solamente energia rinnovabile (idrico, solare, eolico, biomassa) escludendo dal mix energetico di approvvigionamento tutti i vettori non rinnovabili quali nucleare, petrolio, gas naturale e carbone. Una scelta oltremodo lungimirante e che anticipa di diversi anni la strategia energetica 2050 della Confederazione, che mira a una progressiva chiusura delle centrali nucleari presenti sul territorio svizzero.

evaristo

Soluzioni innovative per gli uffici postali

di Evaristo Roncelli, Presidente del Comitato Cantonale del PS

Ha fatto molto rumore la decisione della Posta di chiudere 600 uffici postali entro il 2020. Come socialdemocratico ritengo fondamentale garantire che il servizio pubblico sia accessibile a tutti, ma l’avvento delle nuove tecnologie ci obbliga a riflettere su come offrire un servizio pubblico universale al passo con i tempi.

costi-della-salute-sempre-piu-alti

Sanità ticinese: un circolo vizioso?

di Ivo Durisch, Capogruppo PS in Gran Consiglio

I costi per le cliniche private sono aumentati ed è anche questo uno dei motivi con i quali il governo giustifica la manovra di risparmio. È vero, i 122 milioni che il Cantone versa alle cliniche private sono una somma più importante del previsto. Però, per compensare questi costi, non si possono tagliare 11 milioni nella socialità, ovvero 6 in politica familiare e 5 nei sussidi cassa malati.