Sindacato e responsabilità ambientale

di Françoise Gehring

“Non ci sono impieghi su un Pianeta morto. L’azione climatica è una questione che riguarda anche i sindacati”. Sono le parole chiare e nette di Sharan Burrow, segretaria generale della Confederazione sindacale internazionale, pronunciate in margine alla conferenza sul clima l’anno scorso a Parigi. Parole che segnano definitivamente una discontinuità sull’antica relazione tra sindacato e ambiente.

Continua a leggere

Come valorizzare le biblioteche

di Davide Dosi, presidente di Bad-SI (Bibliotecari, archivisti e documentalisti della Svizzera italiana)

Nei giorni scorsi il consigliere di Stato Manuele Bertoli e l’ex direttore della Biblioteca cantonale di Lugano Gerardo Rigozzi hanno espresso su questo giornale le loro opinioni sulla situazione delle biblioteche nel nostro cantone. Senza voler entrare nell’ambito politico, che non mi compete in qualità di presidente dell’associazione di categoria, mi sembra importante focalizzare l’attenzione su alcuni aspetti.

Continua a leggere

La lezione dei migranti

di Françoise Gehring

C’è una sovraesposizione mediatica sul dramma dei migranti che si sta consumando a Como, che m’interpella profondamente e mi preoccupa. Nei giorni scorsi, in occasione della visita di una delegazione di parlamentari svizzeri a Como, il circo mediatico era palpabile: purtroppo non c’erano solo professionisti giunti sul campo per capire e documentare in modo serio la situazione. Lo hanno percepito persino alcuni migranti che ci hanno detto: «Adesso siete tutti qua, sbattete le nostre facce sui giornali, ma siete pronti a dimenticarci». Come non capire l’espressione di un tangibile disagio sui volti di coloro che stanno nel mezzo di un limbo senza via d’uscita, per i quali il viaggio sembra non terminare mai. Si ritrovano sulla terra ferma pure gli scogli di quel cimitero che è il Mare Nostrum, che pensavano di essersi lasciati alle spalle.

Continua a leggere

Le rendite AVS vanno aumentate

di Raoul Ghisletta, deputato in Gran Consiglio

La recente ed assurda decisione della Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Nazionale minaccia le rendite dei futuri pensionati: taglio del 12% delle rendite del secondo pilastro; nessun aumento compensatorio nell’ambito dell’AVS; aumento dei premi del secondo pilastro fino al 2%; gli ultracinquantenni non beneficeranno di alcuna soluzione ponte; l’età normale di pensionamento viene portata fino a 67 anni. Persino il presidente dell’Unione degli imprenditori svizzeri, Valentin Vogt, ha dichiarato che si sta tirando troppo la corda. E Doris Bianchi, segretaria dell’Unione sindacale svizzera per le questioni sociali, ha dichiarato che si sta preparando un massacro delle rendite.

Continua a leggere

Acqua per il bosco di protezione

di Bruno Storni, municipale di Gordola

Del risanamento del bosco sopra Gordola, che funge da protezione del comune, si parla e progetta dal 1980. Il primo irrealistico progetto del 1990 da 17 milioni prevedeva la classica strada forestale asfaltata e la rete idrica antincendio. Constatato poi che l’acqua ai Monti Motti non bastava, si progettò, in quota, una condotta di 7 km fino alle sorgenti della Val Ruscada. Rimase nei cassetti. Nel 2004 ecco il secondo progetto da 6,2 milioni, questa volta senza strada ma con un sentierone, rimane però la rete antincendio. Progetto che viene affinato nel 2008 a 7,6 milioni, dei quali 2,5 milioni per rete antincendio e bacino in zona Monti Motti. Resta irrisolto il problema della mancanza d’acqua in quota. Nel 2010 finalmente un progetto concreto, nel frattempo realizzato, di soli 1,7 milioni ma definito “integrale” sebbene senza rete idrica antincendio, inizialmente condizione primaria per ottenere sussidi per risanamenti forestali.

Continua a leggere